Malattie

Il mio bambino ha queste macchie

le singole malattie si possono vedere in dettaglio sui link. In caso di dubbio è importante consultare i medici del Centro Pediatrico, magari inviando anche una fotografia dell’esantema

3-tage Fieber 1
febbre dei 3 giorni: ha febbre alta, ma quando si somministra l’antipiretico sta bene e gioca,ha meno di 2 anni, dopo 3 giorni di febbre alta la febbre scompare e le macchie appaiono

 

 

scarlattina tonsille 2 scarlattinascarlattina:   febbre alta, mal di gola con macchie biancastre sulle tonsille, esantema puntiforme he inizia all’inguine e alle ascelle e poi si diffonde sul tronco

 

 

 

mani-piedi-boccahand-Foot-and-MouthDisease_44566_lgmalattia delle mani, dei piedi e della bocca

poca febbre, fatica a mangiare perché ha anche una stomatite, macchie alle piante dei piedi e ai palmi della mano

maculopapulosaesantema virale  con generalmente poca febbre, accompagnate da malessere generale, a volta sintomi di gastroenterite. In questo caso paziente che è stato trattato con amoxicillina, e in seguito diagnosticato come infezione da Epstein Barr (mononucleosi)

 

megaritema per web

5° malattia o megaleritema

Non molta febbre, grosse macchie a farfalla al volto e sul tronco, talvolta sintomi catarrali (tosse e raffeddore)

 

morbilloMorbillo

Non dovremmo più vederne: febbre altissima, bambino molto abbattuto, macchie diffuse sul trono. Solo nei bambini non vaccinati

 

 

 

rosolia per web

Rosolia                        

anche qui solo nei bambini non vaccinati, poca febbre, macchie molto discrete, grandi generalmente poco arrossate, talvolta linfonodi palpabili alla nuca e al collo.

 

varicella6Varicella  molti sono vaccinati. Pustole che danno forte prurito, iniziano alla testa e terminano ai piedi, non sempre febbre

 

 

 

 

 

zooster per web 1Herpes zooster (anche “fuoco di S. Antonio)

 Stesso virus della varicella, solo da un lato del corpo e lungo un dermatoma, contagioso come la varicella, fa male e brucia, non sempre febbre

Oorticaria DETTAGLIOrticaria                      

esantema allergico, cambia forma e dimensione sovente prurito annotare cosa ha ingerito nelle ultime 4 ore, può essere utile per la diagnosi

 

strofuloStrofulo  Malattia cutanea caratterizzata da eruzioni ripetute di piccoli e caratteristici elementi assai pruriginosi, di tipo papuloso, sormontati generalmente da una vescicola, che interessano soprattutto tronco e arti inferiori. La sua frequenza decresce con l’età: relativamente frequente nell’infanzia, si osserva anche nei soggetti giovani, a cute delicata e con prevalenza per il sesso femminile. E una forma di orticaria papulosa che da forte prurito simile alle punture d’insetti

insetti per webPunture d’insetti      

molto frequente d’estate, generalmente isolati o a piccoli gruppi nelle parti del corpo scoperte

 

 

Vincenzo D’Apuzzo agosto 2016

Varicella

La malattia 

varicella6Malattia fortemente contagiosa, che si manifesta solo nell`uomo.

Trasmessa dalle goccioline contenute nell`aria, più raramente dal contatto diretto con il contenuto delle vescicole della pelle.

La malattia inizia, a mia esperienza, esattamente 14 giorni dopo il contagio (si parla da 12 a 22 giorni, ma sono eccezioni). Si presenta con vescicole dapprima sul volto, il cuoio capelluto che in breve tempo si diffondono su tutto il corpo causando forte prurito, Raramente febbre alta. Il malessere generale è per lo più causato dal prurito e dalle vescicole che appaiono nelle mucose (occhi, orecchie, genitali).

La manifestazione è più grave quanto è forte il contagio. In effetti nella stessa famiglia il secondo bambino contagiato presenta delle manifestazioni cutanee di regola molto più gravi del primo infetto. Le vescicole più profonde, indipendentemente se sono state grattate o no, possono lasciare delle cicatrici.

Nell’adulto il decorso è più serio soprattutto per il malessere generale causato dalla malattia.

 

Complicazioni

Polmoniti e cerebelliti (disturbi dell`equilibrio) sono rare. Se la varicella è contratta all`inizio della gravidanza può portare a delle complicazioni gravi. Se contratta alla fine della gravidanza la varicella contratta dal feto potrà presentarsi con delle cicatrici dalle ferite avute.

Complicazioni gravi si osservano in pazienti immunodepressi con cortisonici somministrati per bocca o con citostatici. Questi pazienti devono essere trattati subito, appena a conoscenza del contagio, con gammaglobuline endovena e virostatici (Acyclovir) della pelle.
Lo stesso virus è responsabile del fuoco di S. Antonio o Herpes zoster: dopo la guarigione dalla varicella il virus sopravvive all’interno delle cellule del sistema nervoso, nelle radici nervose in prossimità del midollo spinale. In caso di diminuita immunità generale, come varicella1frequentemente si vede nell’anziano, il virus si riattiva e provoca la malattia localizzata a zone della pelle innervata dal nervo contagiato.

Terapia specifica possibile

Nessuna trattandosi di un virus. Nella fase precoce dell`incubazione si possono  somministrare un antivirale per bocca oppure delle gammaglobuline endovena in caso di gravi complicazioni.

 

Cura sintomatica

Bagni frequenti per togliere il prurito
Antiistaminico per bocca (Xyzal, Fenistil)
Pomata o gel sulle eruzioni (Tanno-Hermal Lotio), gel anestetico sulle mucose.
Se dolori alla deglutizione somministrare latte freddo e budini
Se dolori alla minzione lasciar urinare nel bidè in acqua tiepida
Raramente solo su indicazione medica trattamento antivirale specifico

Il decorso nei fratelli e sorelle contagiati è di regola più forte con maggior febbre e un numero maggiore di pustole

Con la varicella si può frequentare la scuola (secondo le direttive del Medico Cantonale)

Vaccinazione

Si tratta di un vaccino vivo attenuato. E` efficace soprattutto nei bambini e negli adolescenti. Si raggiunge una protezione del 90 %. La vaccinazione va ripetuta una volta.

In Svizzera si raccomanda la vaccinazione di tutti gli adolescenti e degli adulti che non hanno contratto la malattia. In caso di dubbio si deve eseguire una sierologia (con prelievo di sangue capillare dal dito) in quanto la vaccinazione è molto cara e non viene attualmente pagata dagli assicuratori malattia.

Con l`inizio dell`anno scolastico 2003 la varicella non viene più considerata una malattia contagiosa da segnalare per l`ammissione nelle scuole pubbliche. Si spera così di diffondere questa malattia, come già fatto in molti cantoni della Svizzera, negli asili e nelle scuole, in quanto molto benigna e con rare complicazioni in questa fascia detà.

Forse, quando disporremo dell`associazione del vaccino al MMR, sarà utile vaccinare i bambini all`età di 12 mesi anche da noi. Per il momento prevalgono argomenti di tipo finanziario e organizzativo. Negli Stati Uniti, dove la vaccinazione è stata introdotta sistematicamente con una copertura del 73-85 % della popolazione, si è osservata tra il 1995 e il 2000 a una riduzione significativa dei casi di varicella del 78 %.
Problemi

Con la vaccinazione sorgono raramente dei gonfiori nella zone d`iniezione e in casi molto rari delle polmoniti.

© Dott. med. Vincenzo D’Apuzzo, specialista FMH in pediatria, CH-6850 Mendrisio aprile 2011

morbillo

La malattia

 

Malattia virale, che si trasmette solo nell’uomo e molto contagiosa. Viene trasmessa dalle goccioline contenute nell’aria.Inizia con raffreddore, tosse, congiuntivite e febbre molto alta seguita da un’eruzione caratteristica su tutto il corpo, fotofobia (da fastidio la luce) e febbre alta, oltre i 40° e persistente per circa una settimana.

morbillo koplick

Caratteristiche le cosiddette macchie di Koplik che si riscontrano nelle mucose della bocca proprio durante la prima manifestazione febbrile

Complicazioni

Come l’hanno nuovamente dimostrato le recenti epidemie in Svizzera (2003 – 2010)  e in Italia (2001 e 2002) la mortalità nei paesi industrializzati è di circa 1 caso su 3000 malati. Non si tratta dunque di una malattia banale e molte persone, tra cui medici, non si ricordano più delle gravi complicazioni subite in gioventù e del decorso severo avuto.

 1:1000 malati ha un’encefalite (infiammazione del cervello) 
     con in 1/3 conseguenze definitive (ritardo mentale, epilessia ecc.)
     1:3  ha una polmonite che non può essere trattata con antibiotici

La situazione attuale in Svizzera e in Ticino (aprile 2016)

morbillo 2016Alla fine del 2015 non vi è stata nessuna dichiarazione per 3 mesi. Dall’inizio dell’anno 2016 vi sono stati 13 casi di morbillo dichiarati, per lo più casi isolati, ma in marzo c’era un focolaio di 4 casi in una scuola del Canton Vaud. Cinque casi non erano vaccinati, un caso era vaccinato con una sola dose e di sette lo stato vaccinale non è noto Tre adulti sono stati ospedalizzati, di cui una donna incinta con una polmonite. Non conosciamo i dati dettagliati del Ticino, ma anche da noi si tratta per la maggior parte di giovani adulti.

Terapia possibile