Cosa fare se

Febbre

febbre_bambinoTemperatura ascellare normale: 36,5° – 37°

Temperatura rettale normale: 37° – 37,5°

La febbre è una reazione naturale a una malattia. Per il medico è importante conoscere la causa della febbre. I bambini hanno sovente febbre molto alta senza essere necessariamente ammalati in modo grave.

 

 

Come comportarsi in caso di febbre:

  1. Non vestire troppo il bambino. Lasciarlo scoperto, con una camiciola, sopra le coperte, così che il corpo possa raffreddarsi più rapidamente.
  2. Se la temperatura rettale supera i 38.5° introdurre una supposta antifebbrile (fino a 12 mesi d’età ad esempio Dafalgan 80 mg, oltre l’anno Dafalgan 125) oppure somministrare dello sciroppo di paracetamolo nel dosaggio di 10 a 20 mg/kg di peso, se necessario da ripetere fino a 4 volte al giorno.
  3. Ricordarsi che l’efficacia del medicamento inizia dopo circa 40 minuti e dura all’incirca 4 ore.
  4. Pertanto controllare dopo 30 minuti e ulteriormente se la temperatura è scesa.
  5. Avvertire il medico se: oltre alla febbre il bambino ha degli altri sintomi come mal di testa, mal di gola, tosse, perdita di conoscenza ecc.
  6. Se la febbre non dovesse scomparire dopo 24 ore spontaneamente telefonare al CPM.

 

D’Apuzzo 2016

Vomito

 

little sick girl in bed with bowlQuando ci dobbiamo preoccupare:

Nel lattante il vomito è un sintomo molto frequente: se si cambia rapidamente posizione al piccolo, se ha mangiato molto ha sovente un piccolo rigurgito. Sembra sempre moltissimo il latte che rigurgita un bébé. Provate a raccogliere il contenuto di quanto ha vomitato un piccolino e vi renderete conto che non supera il fondo di un bicchiere. Se cresce bene di peso e è in buona salute generale e il vomito è saltuario non c’è di che preoccuparsi.

Nel bambino più grande il vomito è un sintomo che può essere causato da un disturbo locale, ad esempio l’ingestione di un cibo non buono, da un disturbo dell’intestino, ma anche di una malattia generalizzata, per lo più febbrile: un’influenza, un’otite o una tonsillite, o accompagna un colpo di tosse particolarmente violento, ma soprattutto di una gastroenterite (= infezione dell’intestino).

Osservate: se è frequente, continuo e soprattutto se accompagnato da un malessere generale. Se è accompagnato anche da diarrea il bambino perde molto rapidamente dei liquidi e può disidratarsi anche rapidamente.

Un bambino che vomita deve sempre ricevere un supplemento di liquidi, in piccole quantità e freddi.

reidratazione_bambinoQuindi non dite che se vomita è meglio che non mangi e non beva, ma somministrategli sempre delle piccole quantità di liquido, fredde (conservate in frigorifero) e a piccole porzioni (io raccomando di metterle in un bicchierino della grappa e di farlo bere d’un sorso). Una piccola parte viene sicuramente riassorbita e il bambino non si disidrata.

Per lo più in caso di gastroenterite il vomito è il primo sintomo e migliora dopo alcune ore. Su prescrizione medica si possono somministrare anche dei medicamenti antiemetici. Se la durata supera le 12 – 24 ore avvisare sempre il Centro Pediatrico, ma soprattutto se le condizioni generali del bambino non solo quelle che conoscete.

 

D’Apuzzo 2016

DIARREA= scariche di feci liquide, acquose e frequenti ( per lo più oltre 5 volte al giorno)

In caso di diarrea abbondante e frequente:

little girl in bed witch stomackacheLa miglior cura è il regime alimentare.
Evitare soprattutto il latte e i cibi zuccherati, i succhi di frutta, le pappe istantanee e i farinacei per 2 – 3 giorni. L’allattamento al seno invece può esser proseguito.

Tab content
PIANO DI TRATTAMENTO IN CASO DI REAZIONE ALLERGICA E ANAFILATTICA

Numero d’emergenza da chiamare:   ambulanza 144

 

Reazione allergica generalizzata leggera:
eruzione_cutanea_allergiaprurito
eruzione cutanea (macchie sul corpo)
gonfiore alle labbra e al volto
prurito in bocca
mal di pancia

Primi interventi:    
Somministrare Feni-Allerg gocce
risciacquare la bocca
osservare molto bene il bambino e non lasciarlo da solo
avvisare la famiglia
se i sintomi non regrediscono, ma non peggiorano ripetere la somministrazione di Feni-Allerg gocce

 

Reazione grave con :
asma_allergica_grave
tosse
difficoltà di deglutizione
difficoltà a parlare e a respirare
asma (respiro con fischi) o malessere generale
perdita di conoscenza

Primi interventi: 
Somministrare subito Epipen
Chiamare il numero d’emergenza 144
Mettere il bambino in posizione di sicurezza (sul fianco)
Star vicino al bambino

 

anafilassia scheda

 

 

 

 

 

 

Dott. med. Marcel Bergmann, specialista FMH pediatria e allergologia e immunologia clinica

In viaggio con i bambini

Ricordatevi che avete con voi dei bambini, magari piccoli: fate una vacanza che sia piacevole per loro e non solo per voi. Informatevi bene, in caso di viaggi all’estero, se l’assistenza medica è adeguata anche per dei bambini e se ci sono ospedali con attrezzature idonee ai bambini.

valentina in vacanzaSe prendete l’aereo portare sempre i medicamenti nella borsa da viaggio e mai deporli nella valigia che va nella stiva.

Portare con sé e per ognuno di voi la lista delle vaccinazioni eseguite: al meglio inserite i vaccini, come abbiamo sempre raccomandato, nel proprio cellulare dopo averle inserite nel PC con il programma: www.lemievaccinazioni.ch. Inserite pure il nostro numero di telefono (+4191 646 4545) e il nostro indirizzo email:info@centropediatrico.ch. Facciamo il possibile per darvi subito un aiuto.

Ricordatevi anche di prendere la vostra tessera di Cassa malati per la copertura eventuale di spese.

In caso di soggiorno in paesi caldi seguire la regola di ferro:

boil it, peel it, cook it, wash it or forget it !!!
ossia 
fa bollire, pela soprattutto la frutta, cuoci i cibi, lavali: altrimenti rinuncia

Consultate il sito: www.safetravel.ch che dà delle ottime informazioni (purtroppo solo in francese e tedesco)

 

Consigli per una farmacia da viaggio per bambini e lattanti

reiseapothekeChecklist con esempi di medicamenti (indicativi e non vincolanti):

  • Paracetamolo supposte e sciroppo (Dafalgan®): dosaggio: 10-20 mg/kg peso/dose
  • Soluzione elettrolitica in caso di vomito e diarrea (Normolytoral ®)
  • Supposte antiemetiche (Itinerol B6® o Zofran® sciroppo per casi seri)
  • Medicamento antidiarroico (Bioflorin®, Perenterol®)
  • Antistaminico per bocca (Feniallerg®, Cetallerg®): si possono applicare anche localmente con un po’ di ovatta in caso di punture d’insetti
  • Gocce astringenti nasali (Triofan®)
  • Calmante per la tosse (Makatussin®)
  • Gocce auricolari in caso di otiti esterne (Ciproxin®)
  • Gocce oculari
  • Antibiotico a largo spettro in riserva da somministrare solo dietro indicazione medica, non diluito
  • Materiale per medicazioni in caso di ferite:
    Disinfettante (Merfen®, Bétadine®)
    Cerotti per piccole e grandi ferite
    Garze sterili 4 x 4 am
    Benda elastica
  • Termometro
  • Crema solare e dopo sole
  • Spray repellente per insetti (Anti Brum®)
  • Per i lattanti informarsi se i latti all’estero sono simili nella composizione a quello che date a casa

D’Apuzzo©, luglio 2016

Tab content
Tab content
Post-op circoncisione OSG
Tab content
Tab content
Tab content