Alimentazione

Tab content
Solo latte

allattamento_seno

L’alimento ideale è il solo latte materno per i primi 5 mesi di vita.
Se insufficiente è possibile dare del latte in polvere:
Latte di partenza («Alimento per lattanti») Questi latti non sono tutti uguali!
Chiedete consiglio all’infermiera consulente materna e pediatrica (ICMP) o a noi.
Non dare cibi solidi prima della fine del 4° mese. Si può attendere anche fino alla fine del 6° mese.

I biberon sono da preparare con acqua potabile del rubinetto, portata ad ebollizione e adeguatamente raffreddata.
Non ci sono ragioni valide per usare acque minerali.

Numero dei pasti nelle 24 h: a richiesta (da 5 a 8)

Quantità: individuale: va bene qualsiasi quantità se il lattante cresce tra i 150 e i 250 g alla settimana (escluse le prime 2-3 settimane)

Quantità indicativa: 1/6 del peso, al massimo 1 litro al giorno

 

Note:

Non è necessaria una somministrazione supplementare di tè o di altre bevande; in situazioni di grande caldo semmai provare a dare dell’acqua bollita e raffreddata.
I succhi di frutta e di verdura sono un alimento e non una bevanda, quindi non adatti a questa età!
Per tutto il primo anno di vita somministrare la Vitamin D: noi preferiamo il preparato ViDé3:in dose di 4 gocce una volta al giorno. Si può anche somminsitrare la Vitamin D in forma oleosa (Wild) 1 goccia al giorno.

Secondo le recenti raccomandazioni la Vitamin D può essere somministrata anche oltre il 1° anno di vita fino ai 3 anni.
Queste regole valgono anche per bambini nati a termine con un peso basso (2000-2500g)

Se i genitori proprio lo desiderano: usare acqua minerale (bottiglia) non gasata e non bollita; la bottiglia aperta deve essere conservata in frigorifero ed usata entro 24 ore.
Acque minerali consigliate: Evian, Fontessa Elm, Henniez bleu, Volvic e Vittel “Bonne Source”

Note per bambini ad alto rischio di allergie:

Se il latte materno è insufficiente per i primi 6 mesi si possono somministrare latti di partenza parzialmente idrolizzati “Alimento per bambini HA”

Potete scaricare la pubblicazione L’alimentazione del bambino  (© SACD Mendrisio e Dipartimento della sanità e socialità del Canton Ticino) con la seguente app: http://www.apppicker.com/apps/999680455/lalimentazione-del-bambino-036-mesi

Aggiornato al 28.10.2015 © Dott. med. Vincenzo D’Apuzzo, specialista pediatria FMH, CH-6850 Mendrisio
Testi e disegni di Giovanna Pettenuzzo, ICMP, SACD, 6850 Mendrisio

Alimentazione del bambino sano dopo 6 mesi

Introdurre il (primo) secondo pasto con il cucchiaio

Abbinare i farinacei (cereali) alla frutta o alla verdura, variandoli nel corso della settimana.

Frutta e verdura: preferire quelle di stagione ampliare l’offerta

Verdure: esempio: zucchine, finocchi, broccoli e zucca aggiungerle progressivamente alla base di patata-carote (o di solo patata)

Frutta: esempio: pesca, albicocca, prugna, cachi Alternarle eventualmente alla mela e alla banana

Farinacei: frumento, avena e orzo (da cuocere in acqua o brodo di verdura confronta ricetta sulla scheda 5 mesi): i dadi di brodo vegetale sono molto ricchi di sale, quindi usarne quantità molto piccole oppure fiocchi di cereali singoli o misti istantanei Semolino o pastina da cuocere in brodo vegetale o in brodo di verdura pane o biscotti per lattanti da succhiare o sbriciolare nella pappa di frutta

Carne: inizialmente preferire pollame. 30-40 g di pollo o tacchino, lessata e passata, o finemente sminuzzata, aggiunta alle verdure 1 – 2 volte la settimana. Evitare gli insaccati

Grassi: aggiungere al pasto 1/4 di cucchiaio di olio extravergine di oliva o colza

  • Pasti nelle 24 ore: 2 – 3 pasti di latte + 2 pasti di pappa oppure 2 – 3 pasti di latte + 1 pasto di pappa + ½ pasto di pappa e ½ pasto di latte.
  • Quantità indicativa di pappa: 200 – 250 g a pasto

 

Note

Entro la fine del 6° mese bisogna iniziare ad introdurre il primo pasto col cucchiaio (vedi scheda “Dopo 4 mesi”)
Il latte materno, di partenza o si proseguimento normale o HA rimane la principale fonte nutritiva e calorica.
Acqua, bevande, sciroppi e altri liquidi zuccherati: vedi scheda precedente

Potete scaricare la pubblicazione L’alimentazione del bambino  (© SACD Mendrisio e Dipartimento della sanità e socialità del Canton Ticino) con la seguente app: http://www.apppicker.com/apps/999680455/lalimentazione-del-bambino-036-mesi

Aggiornato al 30.10.2015 © Dott. med. Vincenzo D’Apuzzo, specialista pediatria FMH, CH-6850 Mendrisio
Testi e disegni di Giovanna Pettenuzzo, ICMP, SACD, 6850 Mendrisio

Alimentazione del bambino sano dopo 7-8 mesi

Iniziare a frullare o passare le pietanze sempre a   mano , per favorire la masticazione

AMPLIARE LE OFFERTE e AUMENTARE PROGRESSIVAMENTE LE QUANTITÀ: sempre preferendo FRUTTA E VERDURA di stagione

esempio:   cavolfiore, indivia, coste, spinaci

esempio:   lamponi, bacche, melone

AMPLIARE LE OFFERTE DI CARNE: esempio:   vitello, coniglio e agnello, evitare gli insaccati e gli affettati

AMPLIARE LE OFFERTE DI PESCE: 30 – 40 g  1-2 volte la settimana, pesce bollito (esempio: sogliola, passera)

INTRODURRE IL FORMAGGIO a piccole dosi. Evitare un sovraccarico prima dei 12 mesi: 1 cucchiaio raso di Sbrinz o grana grattugiato, oppure 1 formaggino fresco da 1 a 2 volte la settimana: di solito mescolato nelle pappe di verdura

INTRODURRE IL ROSSO DELL’UOVO: ½ – 1 tuorlo d’uovo «semi sodo» una volta alla settimana nella patata, nelle verdure o nei cereali

INTRODURRE LO YOGURTH NATURALE in piccole dosi: aggiungere alla pappa di frutta 1 – 2 cucchiai di yogurt naturale (o eventualmente  alla vaniglia, 1-2 volte la settimana

Pasti nelle 24 ore:2 – 3  pasti di latte + 2 pasti di pappa

Quantità indicativa di pappa:  fino a 250 g a pasto

 

Note

  • Può ricevere latti denominati «Alimento di proseguimento» anche se i latti di partenza ( «Alimento per lattanti») vanno bene fino al 12° mese
  • Non dare uno yogurt intero normale quale unico pasto.
  • La ricotta e prodotti analoghi quali pasti interi sono consigliabili solo dopo il 12° mese di vita.
  • Deve ricevere cereali con glutine.
  • Se iniziano a spuntare i denti: aggiungere ai pasti piccole quantità di sale fluorato e iodato (confezione con la fascia verde).
  • Per chi non usasse sale fluorato: Zymafluor®  ¼ mg al giorno

 

Note per bambini ad alto rischio di allergie

Possono bere “Latte di proseguimento” anche non HA.

Potete scaricare la pubblicazione L’alimentazione del bambino  (© SACD Mendrisio e Dipartimento della sanità e socialità del Canton Ticino) con la seguente app: http://www.apppicker.com/apps/999680455/lalimentazione-del-bambino-036-mesi

Aggiornato al 30.10.2015 © Dott. med. Vincenzo D’Apuzzo, specialista pediatria FMH, CH-6850 Mendrisio
Testi e disegni di Giovanna Pettenuzzo, ICMP, SACD, 6850 Mendrisio

Alimentazione del bambino sano dopo 9-10 mesi

MODIFICARE LA PREPARAZIONE DEI DIVERSI ALIMENTI

Continuare a frullare o passare le pietanze sempre meno, per favorire la masticazione.

CONTINUARE AD AMPLIARE LA GAMMA DELLE DIVERSE OFFERTE:

verdure esempio:pomodoro, piselli e asparagi preferire come sempre la verdura di stagione

frutta esempio: ananas, kiwi, fragole preferire come sempre la frutta di stagione

carne esempio: manzo, maiale (1/2 – 1 fetta di prosciutto cotto alla settimana, senza grasso)

INTRODURRE IL TERZO PASTO CON IL CUCCHIAIO

Esempio: la cena a base di cereali contenenti glutine

Valutare il bisogno, dipende dalle preferenze del bambino e della famiglia

Pasti nelle 24 ore:2 – 3 pasti di latte + 2 pasti di pappa oppure 1 – 2 pasti di latte + 3 pasti di pappa

Quantità indicativa di pappa: fino a 250 g a pasto

 

Note

  • Se prende 3 pasti con il cucchiaio, attenzione a continuare a somministrare l’equivalente di 500 ml di latte al giorno (ad es. con yogurt nella frutta o latte nei cereali della sera o latte supplementare prima di dormire)
  • Evitare piatti speziati o salati
  • Cipolle, aglio, porri e altri legumi: solo in quantità ridotte
  • l’acqua potabile del rubinetto rimane la migliore bevanda
  • Sciroppi e altri liquidi zuccherati rovinano gravemente i denti, se succhiati o tenuti troppo a lungo in bocca

 

Potete scaricare la pubblicazione L’alimentazione del bambino  (© SACD Mendrisio e Dipartimento della sanità e socialità del Canton Ticino) con la seguente app: http://www.apppicker.com/apps/999680455/lalimentazione-del-bambino-036-mesi

Aggiornato al 30.10.2015 © Dott. med. Vincenzo D’Apuzzo, specialista pediatria FMH, CH-6850 Mendrisio
Testi e disegni di Giovanna Pettenuzzo, ICMP, SACD, 6850 Mendrisio

Avvicinare gradualmente l’alimentazione del bambino a quella dell’adulto

Può incominciare a “pizzicare” dalla tavola dei genitori i cibi leggeri,

Preparare pasti semplici tipo pasta (anche al sugo) con formaggio grattugiato, carne con patate e verdura, riso con pesce e verdura.

Ampliare la gamma delle diverse offerte di:

verdura esempio: cavoletti di Bruxelles, melanzane, barbabietole, legumi in quantità ridotte (fagioli, lenticchie, ceci, fagiolini, cornetti)

frutta esempio: mandarino, arancia, uva e ciliegie senza nocciolo, fichi

farinacei esempio: polenta, pasta, muesli e zwieback

uovo: anche il bianco d’uovo (cotto), basta ½ uovo

Latte:

Il latte materno va sempre bene, ma può anche ricevere un «Latte di crescita» da me preferito, oppure latte di mucca intero diluito 2/3 di latte + 1/3 di acqua, con aggiunta di cereali.

I latti di proseguimento o latti di crescita: vanno bene fino ai 3 anni

Il latte di mucca intero non diluito, o yogurt,  o ricottine: come pasto intero può essere dato solo dopo i 12 mesi.

Pasti nelle 24 ore:  1 pasto di latte + 3 pasti di pappa

 

Per  i soggetti ad alto rischio di allergia

Le nocciole, noci, mandorle, arachidi (attenzione anche al burro di arachidi) sono sconsigliate fino ai 36 mesi.

 

Note

  • La Vitamina D può essere somministrata fino al 3° anno di vita sempre allo stesso dosaggio
  • Fluoro: se non si usa il sale fluorato (e iodato), somministrare Zymafluor ¼ mg al giorno
  • L’aggiunta di coloranti o aromi (esclusa la vaniglia e la vanillina) è vietata nelle derrate alimentari per bambini fino all’età di 36 mesi.

 

Potete scaricare la pubblicazione L’alimentazione del bambino  (© SACD Mendrisio e Dipartimento della sanità e socialità del Canton Ticino) con la seguente app: http://www.apppicker.com/apps/999680455/lalimentazione-del-bambino-036-mesi

Aggiornato al 30.10.2015 © Dott. med. Vincenzo D’Apuzzo, specialista pediatria FMH, CH-6850 Mendrisio
Testi e disegni di Giovanna Pettenuzzo, ICMP, SACD, 6850 Mendrisio

L’alimentazione del bambino sano dai 12 ai 18 mesi

L’alimentazione sarà più variata e si avvicinerà sempre di più a quella assunta da tutta la famiglia.
La strategia di base sarà quella di variare i singoli componenti di ogni pasto evitando la monocromia.
Raccomando pertanto di creare un pasto “con 5 colori” diversi.
Secondo le raccomandazioni della diestista diplomata Laura Vaccarino al Laboratoprio alimentare del Progetto Genitori un Piatto equilibrato per pranzo e cena consisterà:

Alimenti ricchi in proteine Carne e pesce 20 g = 1 cucchiaio
= 1 pezzettino
= 1 fettina di prosciutto
Uovo 1/2 unità = 1 cucchiaio di frittata
= 1/2 uovo sodo
Formaggio 15 g = 1 cucchiaio di formaggio grattugiato
= 1/2 – 1 formaggino
Tofu 30 g = 2 cucchiai
Alimenti ricchi in fibre, vitamine e minerali verdure cotte e crude 50 g = 2 cucchiai
Alimenti ricchi in carboidrati pasta, riso, patate, miglio, orzo.. 100 g = 4 cucchiai
pane 50 g = 1 michettina / 2 fettine
Dessert frutto 100 g = 1 frutto piccolo
latticino 100 – 125 g = 1 yogurth, 1 budino
Materie grasse olio e burro 10 g = 1 cucchiaio

 

Apporto idrico giornaliero da 50 a 75 ml/kg di peso corporeo al giorno ad esempio 1 bambino di 11 kg: 50-75 x 11 = 550 – 825 ml al giorno

L’allergia al lattice di gomma rappresenta una patologia in crescita in tutto il mondo e l’aumentata incidenza è legata per lo più all’utilizzo di guanti e condom per la prevenzione delle malattie infettive

Girl inflating a balloon

Manifestazioni cliniche:
Eczemi da contatto, ipersensibilità di tipo immediato, con rapida presentazione di orticaria, angioedema, asma e shock anafilattico.

Materiale che contiene lattice di gomma:
Guanti di lattice, palloncini da gonfiare, materiale sportivo, ecc.

Reazioni incrociate possibili con:
Banana, kiwi, avocado, papaia, castagne.

Contatto con piante:
Ficus Benjamin.